Questo sito utilizza servizi di statistiche esterni alla struttura. I servizi di statistiche utilizzano cookie per elaborare i propri dati. L'utente può disattivare i cookie modificando le impostazioni del browser.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca su Informativa estesa. Continuando ad utilizzare il nostro sito acconsenti all’utilizzo dei cookie. 

Omaggio a De Seta

 

Presentazione del DVD “L’epos dietro le quinte. I pupari raccontano“

 

Mercoledì 1 marzo alle ore 18:00, al Museo Internazionale delle Marionette “Antonio Pasqualino” verrà presentato il DVD L’epos dietro le quinte. I pupari raccontano, realizzato dal Centro Regionale per il Catalogo e Playmaker Production.  Sarà presente l’Assessore ai  Beni Culturali e dell’Identità Siciliana, Carlo Vermiglio, il Presidente dell’Associazione per la conservazione delle tradizioni popolari siciliane, Janne Vibaek, Gaetano Pennino, Dirigente Generale del Dipartimento dei Beni Culturali e dell’Identità Siciliana,  Caterina Greco, Direttore del CRICD, Orietta Sorgi, antropologa dell’Unità  Valorizzazione e Musealizzazione Fondi Documentari del CRICD.  
 L’evento è dedicato all’antropologo Antonino Buttitta recentemente scomparso, la cui fondamentale attività scientifica nell’ambito degli studi demo-antropologici verrà rievocata da Salvatore Nicosia, Professore Emerito dell’Università degli Studi di Palermo.
 In primo piano il mondo,  la cultura  i valori dell’opera dei pupi in Sicilia, rappresentati attraverso le testimonianze dirette dei protagonisti quali Vincenzo Argento, Franco Cuticchio, Turi Grasso, Enzo Mancuso, Alessandro e Fiorenzo Napoli, Ignazio Puglisi, la compagnia Vaccaro-Mauceri.                                
La finalità del progetto è quella di restituire il repertorio, i valori e l’orizzonte esistenziale dei pupari tra gesto, segno, rappresentazione, suono, immagine, oralità e scrittura.  Le varie interviste testimoniano i mille rivoli di un mestiere difficile che richiede anche di forgiare metalli, intagliare il legno, costruire i paladini, dipingere le scene, i fondali, i cartelloni e rivedere i canovacci su taccuini che le varie famiglie di pupari si tramandano di generazione in generazione..  
 “Sulla scorta dell’insegnamento del Pitrè, viene valorizzata  una memoria storica a rischio di estinzione nell’attuale società globalizzata, tra immagini e corporeità del gesto sonoro – commenta l’Assessore- . È un fondamentale codice di lettura dell’identità siciliana, un imprescindibile veicolo di comunicazione simbolica e sapere antropologico, inserito nel 2008 tra i patrimoni orali e immateriali dell’Unesco”. 
 


CRICD Regione Siciliana - Unità Operativa 3

IL PROGETTO ARCA DEI SUONI

Arca dei Suoni mira a valorizzare il patrimonio culturale della Sicilia: i cittadini e le comunità locali sono invitati a partecipare al 'racconto' della cultura siciliana, condividendo i loro contributi audiovisivi e testuali per creare insieme 'valore culturale'

Arca dei Suoni is aimed at promoting the Sicilian cultural heritage: citizens and local communities are invited to contribute to the ‘narrative’ of Sicilian culture, sharing their audiovisual and text documents in order to co-create 'cultural value’

Benvenuti nel nuovo portale di Arca dei Suoni!

 
  • Testimonianze arabo normanne – Il Palazzo dei Normanni - video
  • Liutai a Palermo - video
  • Testimonianze arabo normanne – Cappella della Santissima Trinità - video
  • Coltelli con il manico in corno di capra 1 - video
  • Geolocalizzazione
  • Buscemi Paese Museo 2/3 - video

Siti Collegati

Seguici

News & Eventi
Articoli e recensioni
Strumenti di lavoro
Link altri archivi
Ultimi Inserimenti