Questo sito utilizza servizi di statistiche esterni alla struttura. I servizi di statistiche utilizzano cookie per elaborare i propri dati. L'utente può disattivare i cookie modificando le impostazioni del browser.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca su Informativa estesa. Continuando ad utilizzare il nostro sito acconsenti all’utilizzo dei cookie. 

Il Liceo Lombardo Radice Invade Catania

 

      

 

Primo Liceo in Sicilia ad inserire una” invasione digitale”all’interno della propria attività didattica è proprio il Liceo G. Lombardo Radice di Catania.

L’idea di fondo è sempre quella di promuovere lo straordinario patrimonio culturale catanese attraverso internet ed in particolare i social media. Le Invasioni Digitali che  rappresentano già dal 2013, un modo per diffondere in maniera “virale” le immagini dei nostri musei e dei luoghi d’arte e di cultura entrano a far parte della didattica.

Sostanzialmente,gli studenti del liceo,ed in particolare gli alunni della III LG, hanno  scattato fotografie e girato dei video dell’evento programmato per il giorno 05 05 2017, che poi hanno condiviso sui social media e con le invasioni di tutto il territorio nazionale. Vedere Palazzo Biscari, il teatro Bellini, palazzo Manganelli, Palazzo della Cultura, la cupola della chiesa della Badia, la meridiana della Chiesa di San Nicolo’, le terme della rotonda, le terme di piazza Dante, Palazzo San Giuliano, Palazzo sede del Siculorum Gymnasium,via Crociferi, il monastero dei Benedettini, il teatro romano, l’anfiteatro romano e tanto altro ancora… e condividerlo con l’Italia intera, si è rivelato un efficace strumento di fruizione dei musei e dei luoghi d’arte e di cultura in genere, in grado di aumentare il senso di appartenenza da parte dei visitatori che vivono da tutt’altra parte. Non solo, ma ancora una volta la condivisione attraverso i social media è stata in grado di avvicinare alla cultura il pubblico giovanile.

Le invasioni sono quindi molto importanti per la costruzione di comunità, sia la comunità interna, vicina geograficamente al museo che, come detto, si sente più partecipe ed acquista il ruolo di “narratore”, sia verso il mondo esterno che avrà l’occasione di conoscere realtà culturali nuove con la possibilità di programmare un viaggio per viverne l’esperienza diretta sul territorio che le ha sapute generare.

 

 


 

 

 

 

 

Vi aspettiamo e seguiteci sui seguenti hashtag:

#lombardoradicecatania

#invadicatania

#siciliainvasa2017

#invasionidigitali      

Il referente per i beni culturali prof.ssa Marcella Labruna