Questo sito utilizza servizi di statistiche esterni alla struttura. I servizi di statistiche utilizzano cookie per elaborare i propri dati. L'utente può disattivare i cookie modificando le impostazioni del browser.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca su Informativa estesa. Continuando ad utilizzare il nostro sito acconsenti all’utilizzo dei cookie. 
File
Titolo
La canzone siciliana a Palermo - Oh, bedda Nici - audio 3/19
Operatore
Orietta Sorgi, Fabio Militello, Salvo Plano, Masi Ribaudo
Data di registrazione (aaaa-mm-gg)
2016-05-31
Luogo di registrazione
Palermo
Descrizione

La canzone siciliana a Palermo: un’identità perduta (con allegati)

 

A. Romano

Oh, bedda Nici

ed. F. Salafia, Palermo [dopo il 1860]

Versi di Giovanni Meli

 

O bedda Nici,
scuma di zuccaru,
E chi ti fici 
Ca un m’ami cchiù?
Nun c’è jurnata 
Ca un si ’ncagnata,
Chi sorti retica 
La mia chi fù!

Pri quantu aduru 
Ss’ucchiuzzi amabili, 
Bedda, ti juru 
Chi un pozzu cchiù!
Si tu un ti muti, 
Si tu ’un m’ajuti, 
Iu moru e causa 
Nni sarai tu.

 Scarica il volume

 

Fabio Ciulla, pianoforte

Patrizia Gentile, soprano 13, 17

Claudia Munda, soprano 1, 5, 6, 11, 12, 14, 18

Rosalia Lo Coco, mezzosoprano 2-4, 7-11, 15, 16, 19

con la partecipazione

di Massimo Privitera e Maurizio Palamara 15

 

1-7, 9, 11: Registrazioni dal vivo a cura di Angelo Buccafusca

Palermo, 5 dicembre 2015

da Li soni e canti armuniusi e grati, concerto in occasione del convegno di studi

Giovanni Meli, 200 anni dopo - Poesia, Scienza, Luoghi, Tradizione)

 

8, 10, 12-14, 16-19: Registrazioni dal vivo a cura di Angelo Buccafusca

Palermo, 12 e 20 dicembre 2015

 

15: Registrazione dal vivo a cura di Andrea Ardizzone

Palermo, 12 dicembre 2010

da In simposio con Cupido, conferenza-concerto

per la Fondazione Salvare Palermo

 

 

Categoria
Keywords
musica, canzone, Palermo
Ente
CRICD

Con l'operazione di caricamento del materiale selezionato dichiari di essere il detentore dei diritti di riproduzione e di distribuzione del medesimo.

Scegli con quale licenza rilasciare il file caricato. Trovi come scelta predefinita la licenza Creative Commons CC 2.58 ITA; è la scelta di massima adesione alla filosofia "Arca dei Suoni". Altrimenti puoi riservarti tutti i diritti scegliendo l'opzione "copyright".

Tutti i diritti riservati